Salta ai contenuti.Salta alla navigazione

Il Comandante dell'Istituto Geografico Militare

Gen D Massimo PANIZZI

Il Generale di Divisione Massimo Panizzi

Il Generale di Divisione Massimo Panizzi, nato a Marina di Carrara (MS), è entrato in Accademia Militare a Modena nel 1981, frequentando il 163° Corso regolare.

Ufficiale degli Alpini, negli anni 1986 – ‘91 ha comandato la Compagnia presso il Battaglione “L’Aquila” a L’Aquila, il Battaglione “Mondovì” a Cuneo e la Scuola Militare Alpina di Aosta. Nel 1994 ha frequentato il 120° Corso di Stato Maggiore presso la Scuola di Guerra di Civitavecchia.

Successivamente, ha ricoperto incarichi di staff presso l’Ufficio Affari Generali e l’Ufficio Pubblica Informazione dello Stato Maggiore dell’Esercito e presso l’Ispettorato per la Formazione e la Specializzazione dell’Esercito, a Roma. Nel 1998 - 1999 ha frequentato il 1° Corso dell’Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze (ISSMI) a Roma.

Nel 2001 ha comandato il Battaglione Alpini “Susa” a Pinerolo e, nel biennio 2005-’07, l’8° Reggimento Alpini a Cividale del Friuli (Udine), con il quale ha curato la costituzione e la validazione del Reggimento Multinazionale del Battle Group Europeo su base Brigata Alpina “Julia”.

Nel 2008, nel grado di Colonnello, ha frequentato il Centro Alti Studi Militari (CHEM) e l’Istituto di Alti Studi della Difesa Nazionale (IHEDN), presso l’Ecole Militaire a Parigi.

Dal 2008 al 2011 è stato Portavoce e Consigliere di Comunicazione del Presidente del Comitato Militare della NATO e Capo dell’Ufficio Comunicazione Strategica dello Staff Militare Internazionale (IMS) della NATO a Bruxelles. Successivamente, è stato Capo Gruppo di Progetto sulla Comunicazione Strategica del Ministero della Difesa per poi ricoprire, fino al mese di agosto 2013, l’incarico di Capo Ufficio Stampa e Comunicazione del Ministero della Difesa. In questa funzione, ha elaborato e redatto la prima Direttiva Ministeriale sulla Comunicazione Strategica della Difesa.

 

Nel grado di Generale di Brigata è stato, da settembre 2013 a marzo 2015, Comandante della Brigata Alpina “Taurinense”. In tale incarico ha diretto e portato a compimento il progetto di costituzione del Comando Brigata congiunto bi-nazionale Italo-Francese, per l’impiego sotto egida Unione Europea, NATO e Nazioni Unite. Risultato, questo, per il quale è stato insignito, dal Presidente della Repubblica Francese, nell’aprile 2016, dell’Onorificenza di Cavaliere della Legion d’Honneur.

 

Nello stesso periodo ha diretto le operazioni dei reparti della Brigata impegnati, nell’autunno 2014, nel soccorso alle popolazioni colpite dalle alluvioni in Liguria e basso Piemonte. La Brigata Alpina “Taurinense”, sotto la sua guida ha ottenuto, fra le altre, la Cittadinanza Onoraria della Città di Torino e ha realizzato convenzioni in ambito formativo e addestrativo con lo Staff College delle Nazioni Unite (UNSSC).

 

Da marzo 2015 a gennaio 2016 ha prestato servizio presso il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito a Torino, ove ha ricoperto gli incarichi di Capo di Stato Maggiore, Vice Comandante della Formazione e Comandante del Reparto Corsi. In tale periodo ha promosso iniziative a sfondo storico/formativo/culturale di carattere permanente con sodalizi quali la Fondazione Cavour, l’Accademia delle Scienze e l’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI).

 

Da gennaio a luglio 2016 ha ricoperto l’incarico di Comandante Interregionale della Regione Militare Nord a Torino. In quella funzione ha sviluppato progetti culturali e infrastrutturali con il Comune di Torino e la Regione Piemonte, fra i quali l’allestimento del nuovo Museo Nazionale di Artiglieria presso il Mastio della Cittadella.

 

Da luglio 2016 a maggio 2018 ha svolto l’incarico di Vice Comandante per il Territorio del Comando Truppe Alpine a Bolzano, nel quale ha seguito il progetto di riconfigurazione del predetto Comando operativo in Comando multifunzione.

 

Ha partecipato a missioni all’estero in Bosnia Erzegovina (1996-’97) nei contingenti NATO IFOR e SFOR; in Kosovo (2001), alla guida del Battaglione Alpini “Susa” e, in seguito (2002-’03), quale Portavoce della KFOR, il Contingente militare internazionale in Kosovo a guida NATO. Nel 2004 ha preso parte all’Operazione “Antica Babilonia” a Bagdad, Iraq, quale Assistente Militare del Vice Comandante del Corpo d’Armata Multinazionale (MNC-I) a guida statunitense.

 

Da giugno a novembre 2018 è stato Rappresentante Militare Nazionale in Afghanistan e, da giugno 2018 a luglio 2019, Capo della Divisione Supporti del Comando della Missione NATO “Resolute Support”, a Kabul. In tale incarico è stato responsabile del coordinamento della Logistica di teatro, della gestione del Personale militare e civile NATO del Comando, della parte ingegneristica delle basi strategiche NATO (aeroporti, comandi e ospedali), oltre alla corretta implementazione dell’Accordo tra Forze NATO e Repubblica Islamica dell’Afghanistan (SOFA).

Da settembre 2019 a settembre 2022 ha ricoperto l’incarico di Vice Rappresentante Militare Italiano e Capo Area NATO alla Rappresentanza Militare Italiana presso i Comitati Militari di NATO e UE a Bruxelles. In tale veste, ha seguito costantemente tutti i dossier nazionali inerenti l’Alleanza Atlantica e la cooperazione tra NATO e Unione Europea.

Da settembre 2022 a luglio 2023 è stato Vice Comandante del Comando Militare della Capitale, a Roma, per poi assumere l’incarico di Comandante dell’Area Territoriale del Comando delle Forze Operative Terrestri.

Dal 21 agosto u.s. ha assunto anche l’incarico di Comandante dell’Istituto Geografico Militare, a Firenze.

Il Generale Panizzi è stato insignito delle seguenti Onorificenze:

  • Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana;
  • Croce d’Argento al Merito dell'Esercito;
  • 2 Croci di Bronzo al Merito dell’Esercito;
  • Cavaliere della Legion d’Honneur della Repubblica Francese;
  • Legion of Merit delle Forze Armate degli Stati Uniti d'America;
  • Medaglia d’Oro al Merito di Lungo Comando;
  • Medaglia Mauriziana al merito di dieci lustri di carriera militare;
  • Medaglia di Bronzo della Croce Rossa Italiana;
  • Medaglia di Bronzo della Difesa Francese;
  • Medaglia di Bronzo della Difesa della Repubblica Federale Tedesca per la partecipazione alla Missione “Resolute Support” in Afghanistan;
  • Medaglie della Difesa Nazionale Ungherese e Slovena;
  • Medaglia D. Alfonso Henriques – Patrono dell’Esercito Portoghese – 1^ Classe;
  • Medaglia della Difesa Estone;
  • Medaglie NATO per la partecipazione alle operazioni in Bosnia, Kosovo e Afghanistan;

Il Generale Panizzi è laureato in Pedagogia e in Scienze Strategiche (Università degli Studi di Torino) e in Relazioni Internazionali e Diplomatiche (Università degli Studi di Trieste). Ha, inoltre, conseguito:

  • il Master di Specializzazione in Studi Europei presso l’Istituto “Alcide de Gasperi” a Roma;
  • il Master in Scienze Strategiche presso l’Università di Torino;
  • il Master in Studi Strategici e Militari Internazionali presso l’Università di Milano;
  • il Master in Peace Keeping e Security Studies all’Università “Roma Tre” di Roma,

e ha frequentato il Corso “The Civilian Personnel of Peace-Keeping/Humanitarian Operations and Elections Monitoring Missions” presso l’Università “S. Anna” di Pisa.

Ha condotto e pubblicato, per conto del Centro Militare di Studi Strategici della Difesa (CeMiSS), una Ricerca sulle relazioni fra i Militari e le Organizzazioni Non Governative nelle Operazioni di Risposta alle Crisi. E’ iscritto all’Ordine Nazionale dei Giornalisti del Lazio e nel Registro Nazionale CEPAS degli Esperti di Marketing e Comunicazione. Ha collaborato con le Riviste “Affari Esteri”, “La Rivista Militare”, “Informazioni della Difesa”, “Tecnologia e Difesa”, “Panorama Difesa”, “Scienze e Cultura nel Mondo” e il “RadioCorriere TV”. E’ Istruttore Militare di Sci, Alpinismo e Combattimento in Montagna. Parla correntemente Inglese e Francese. E’ sposato dal 2000 con la Signora Elena e hanno un figlio, Karl.

Message